Breaking News

23 Aug, 21:36 Disponibile la nuova App dell’Ascoli: scaricala per restare in contatto col mondo bianconero

Nella tarda mattinata di oggi, presso l'Hotel La Corte del Sole, si è radunato l'Ascoli 2019/20: i 22 calciatori convocati sono arrivati alla spicciolata dopo che nella prima parte della giornata erano stati impegnati in test e visite mediche. Ad accoglierli il Presidente Tosti, il DG Lovato, il DS Tesoro e, naturalmente Mister Zanetti col suo staff, che ha fatto proprio oggi la sua prima uscita pubblica di fronte a fotografi e cameraman.

Dopo i saluti e le foto di rito, il DS Tesoro, affiancato dal tecnico Zanetti, ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto sul calciomercato bianconero.

 

Queste le parole del DS:

 

"Fra i volti nuovi ci sono Said, lo scorso anno al Cuneo, Petrucci con cui abbiamo raggiunto l'accordo e che sarà ufficializzato in giornata, Fulignati, Diop, che rivediamo dopo un anno positivo alla Paganese, Vignati, che si è distinto nella nostra Primavera così come Novi, portiere che probabilmente resterà. C'è anche Di Francesco su cui puntiamo tanto. Castellano sta andando all’Alessandria e Kupisz al Bari. Laverone è il primo dei rinnovi, oggi incontreremo Troiano e Valentini. Con Murawski e i suoi agenti c'è l'accordo, stiamo solo aspettando l'estromissione ufficiale del Palermo per poi ufficializzare il tutto; è un profilo importante e per questo voglio essere cauto. Ganz e Ngombo sono in uscita, stiamo trattando Scamacca, non è un'operazione così scontata come è stato scritto, il ragazzo ha dato il suo ok, ma mancano gli accordi col Sassuolo, la trattativa non è ancora definita; siamo ad ottimo punto con Brlek e a buon punto con Piccinocchi. Pucciarelli? Non c'è nessuna trattativa. Paulinho? C’è ancora una possibilità di acquisirlo ma più passa il tempo e meno ci credo. Beretta? Non è qui oggi perché è ancora alle prese con i postumi del problema alla caviglia, ma si unirà al gruppo".

 

Il Direttore Sportivo si è soffermato anche sul trasferimento di Padella al Vicenza: "Lele è un ragazzo assolutamente eccezionale, mi è capitato di conoscere pochi come lui, è stato sempre positivo, un ragazzo meraviglioso e un giocatore importante per l'Ascoli; abbiamo fatto scelte, ha preferito un'altra via professionale e non potevamo negargliela, lo ringrazio per quanto fatto e spero in futuro di poter avere a che fare con lui".